Quali qualità deve possedere un buon avvocato?

qualità avvocato

Quali qualità deve possedere un buon avvocato?

Lungi dall’essere un mero oratore astuto e ampolloso, un buon avvocato deve possedere innanzitutto una solida preparazione accompagnata da pazienza, perseveranza e capacità di gestire al meglio il tempo a sua disposizione.

 

La prima dote che occorre possedere è comunque una forte motivazione, fondamentale per andare incontro ai tanti sacrifici che l’esercizio della professione legale comporta.

Segue a ruota la pazienza, necessaria per sopportare i lunghi tempi della burocrazia e la frequente disorganizzazione degli uffici pubblici e dei tribunali, nonché per affrontare e portare a termine lo studio di ciascuna causa, che implica l’acquisto di libri sull’argomento e la consultazione di riviste, note, trattati e banche dati dedicate.

Un’altra qualità molto importante per un avvocato è la modestia, dote imprescindibile per non smettere mai di imparare, continuando a informarsi sulle procedure in continuo aggiornamento.

Inoltre, poiché ormai i processi sono quasi completamente scritti, un buon avvocato per essere convincente deve riuscire a esprimere i concetti in modo semplice, chiaro, comprensibile e soprattutto sintetico.

Come già accennato, un avvocato deve anche essere in grado di gestire al meglio il proprio tempo, sfruttando al massimo le ore a disposizione per lo studio di ogni fascicolo senza perdersi in attività improduttive o in pause di troppo.

Importantissima si rivela anche la scelta dei propri collaboratori, che devono essere in grado di supportare efficacemente l’avvocato aiutandolo a ottimizzare il tempo.

Ancora, altre qualità determinanti per un buon avvocato sono la capacità di analisi, di ragionamento logico e soprattutto di problem solving, fondamentale per riuscire a districarsi il più in fretta possibile e nel modo meno costoso tra i meandri della burocrazia.

Infine, ma non meno importante delle precedenti, è la capacità di gestire le proprie emozioni, qualità che si affina e si migliora con la pratica e con l’esperienza. Mantenere la calma in un’aula di tribunale, infatti, è obbligatorio per riuscire a raggiungere i risultati sperati.