Formazione online per avvocati: vantaggi

e-learning

Formazione online per avvocati: vantaggi

La formazione online si dimostra ogni giorno sempre più utile, se non addirittura necessaria. In momenti particolari in cui l’accesso all’aula fisica può essere temporaneamente interdetto, o per alcune categorie di professionisti particolarmente impegnati, il cosiddetto ‘e-learning‘, cioè l’insegnamento a distanza, è fondamentale per mantenere il minimo numero di crediti formativi richiesti dal proprio Ordine di appartenenza.
È senza dubbio il caso degli avvocati, che dalla formazione online possono trarre particolare giovamento.

Formazione online: tutti i vantaggi per gli avvocati

Quando si parla di formazione online, si intende un vero e proprio catalogo virtuale di corsi ai quali gli avvocati possono accedere nell’ambito della loro formazione obbligatoria.
In particolare si tratta di moduli strutturati per rilasciare i crediti e che riguardano diversi argomenti a seconda del ramo di specializzazione del legale, che può essere civile, amministrativo, penale.
Il vantaggio principale di questi corsi è senza dubbio la possibilità di gestire secondo i propri tempi ed impegni la formazione, senza nulla togliere non solo alla qualità, ma anche ai requisiti richiesti dalla legge.

Gli avvocati infatti, dopo aver seguito i corsi, sono tenuti ad accedere a dei test di valutazione, e solo superando questi test possono ricevere i relativi crediti. Alla fine del corso è possibile anche stampare il relativo attestato che potrà essere acquisito dall’Ordine di appartenenza per l’aggiornamento dell’Albo.

Innegabile ulteriore vantaggio dei corsi online è quello economico. Spostarsi in diverse città per seguire un corso non solo richiede impegno in termini di tempo, ma anche in termini di denaro.
Accedere ad un corso online prevede solo il costo dell’abbonamento e della connessione Internet.

Come funzionano i corsi online e come ottenere i crediti

I corsi previsti sono tutti autorizzati ed accreditati dal Consiglio Forense. Ciò significa che ciascun corso è strutturato in virtù della formazione continua, a prescindere dall’argomento trattato.
Ogni anno l’avvocato è tenuto infatti ad acquisire, tramite la formazione, un minimo di 20 crediti.
Questo monte crediti, nel triennio, deve raggiungere quota ’60’, pena l’incorrere in un vero atto illecito, con provvedimenti disciplinari.
Come si vede quindi la formazione è davvero fondamentale per l’esercizio della professione, ma più passa il tempo più l’avvocato, preso dalle cause, ha meno disponibilità di frequentare l’aula.
Il meccanismo della formazione a distanza invece è molto semplice, e si basa su una piattaforma di e-learning. A tale piattaforma si accede a patto di essere avvocati (ed anche praticanti) iscritti all’Albo della propria regione.

Va da sé infine che i corsi sono strutturati da docenti con provata esperienza ciascuno nel proprio ambito di applicazione. La struttura prevede una prima parte teorica, nella quale vengono affrontate le tematiche generali che inquadrano l’argomento, e una parte pratica con esercitazioni e test di autovalutazione il cui superamento è propedeutico al rilascio dei crediti formativi.
Accedere al catalogo è molto semplice, dato che una volta acquistato si riceve tramite email un codice personale di accesso.
A questo punto si può scegliere il corso che si desidera, con una modalità del tutto personalizzabile. Per ogni ora di lezione si riceve un credito, e i crediti sono validi in tutta Italia, non solo presso la propria regione.
Per quanto riguarda gli argomenti questi coprono diversi ambiti, a seconda della specializzazione intrapresa o già acquisita dal legale.