Esame Avvocato: consigli per prepararsi al meglio

esame abilitazione avvocato

Esame Avvocato: consigli per prepararsi al meglio

Il percorso per diventare avvocato è uno dei più lunghi e impegnativi iter di formazione nel nostro paese.

Anni e anni di studi accademici, tirocini, praticantato e tanto altro, fino ad arrivare al tanto temuto esame di abilitazione. Si tratta infatti dello snodo cruciale per dar senso a quanto fatto fino a quel momento, a cui è importante giungere preparati e sicuri di sé.

Per farlo bisogna innanzitutto impegnarsi nello studio dei testi più adatti, come i codici commentati pubblicati di recente. Un acquisto assai consigliato e che deve necessariamente essere fatto.

Diverso è il discorso per i manuali: è possibile rintracciare molte delle tematiche da ripassare nei libri utilizzati durante il periodo universitario, così come ci si può rivolgere alla biblioteca del consiglio dell’Ordine per prendere in prestito i testi necessari (si eviterà così di sborsare ulteriori soldi).

Importante poi è tenere in considerazione le sentenze più recenti degli ambiti in questione. È possibile farlo abbonandosi a riviste giuridiche o servendosi del repertorio giurisprudenziale gratuito online. Attenzione poi ai cosiddetti “temi caldi”. È risaputo che alcune domande potrebbero riguardare eventi recenti o tematiche di attualità relative al periodo in cui si svolgerà l’esame.

Ma per completare l’abilitazione non basta soltanto arrivare al varco con una buona preparazione. Occorre infatti essere capaci di destreggiarsi, tra l’aspetto teorico e la concretezza, magari esercitandosi nella redazione dei pareri. Un altro consiglio da tenere a mente è quello relativo al praticantato: l’esperienza in uno studio può sicuramente rafforzare conoscenze e competenze in vista dell’esame, quindi la pratica non deve vista come perdita di tempo.

Infine, qualche puntualizzazione va fatta in relazione ai tempi. Non bisogna ridursi all’ultimo minuto, ma occorrerebbe dedicare almeno sei mesi alla preparazione. Occhio poi a non cullarsi tra gli scritti e l’esame orale. Mettersi subito a studiare, una volta superato con successo il primo step, farà in modo che la mente resti fresca e focalizzata sugli argomenti da ripassare.