Corso avanzato “Il custode e il delegato alla vendita”

il custode e il delegato alla vendita.

Corso avanzato “Il custode e il delegato alla vendita”

Il 5 e il 6 dicembre 2019 si terrà presso la nostra sede di via Enna 15/A il corso avanzato dal titolo “Il custode e il delegato alla vendita. Ruolo, compiti e responsabilità”.

Il corso, organizzato da Altalex Formazione”, avrà luogo dalle 9:30 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:00, per un totale di 14 ore in aula.

Il sempre crescente numero di espropriazioni forzate registrate negli ultimi anni impone ai Tribunali di avvalersi di professionisti tecnicamente preparati, consapevoli della propria delicata funzione, capaci di individuare possibili elementi di criticità in atto o in nuce e di prospettare al giudice dell’esecuzione ragionevoli soluzioni.

Il buon esito di un processo esecutivo dipende in larga misura dagli ausiliari di cui il giudice dell’esecuzione si avvale che devono essere in grado di svolgere il proprio ruolo con la necessaria competenza, trasparenza e terzietà.

Le corrette modalità di conservazione e gestione del compendio pignorato, i rapporti con gli occupanti degli immobili anche in ipotesi problematiche, il quadro informativo da fornire al giudice dell’esecuzione nei vari momenti della procedura, i controlli da eseguire sul fascicolo dell’esecuzione, le migliori strategie per una vendita efficace nei limiti della delega ricevuta, le modalità di redazione del decreto di trasferimento e del progetto di distribuzione sono solo alcuni degli aspetti pratici posti all’attenzione dei discenti.

Il Corso è rivolto a quanti già svolgono la funzione di custode e delegato alla vendita e ai professionisti che tale percorso intendono iniziare e mira a fornire, ai primi, una ricognizione sistematica delle loro conoscenze nel confronto con la pratica e, ai secondi, l’indispensabile armamentario culturale per misurarsi con questa affascinante attività. L’analisi verrà condotta tenendo conto delle recenti riforme introdotte con il D.L. 83/2015. Ampio spazio sarà dedicato ai quesiti.

Relatore: Cons. Raffaele Rossi

PROGRAMMA

I INCONTRO – Il custode giudiziario

• Principi generali in tema di espropriazione immobiliare
• Il pignoramento immobiliare: forma, contenuto, effetti
• Gli ausiliari del giudice dell’esecuzione: l’esperto stimatore, il custode giudiziario, il professionista delegato alle operazioni di vendita
• Il custode giudiziario: nomina (presupposti, tempi, soggetti nominabili).
• Accettazione e rifiuto della nomina. Funzioni, poteri e compiti
• Amministrazione e gestione dell’immobile: accesso all’immobile e verifica dello stato di occupazione. Riscossione dei frutti. Interventi di manutenzione
• Stipula, rinnovazione, disdetta di contratti di godimento. Oneri condominiali
• Adempimenti fiscali e tributari; Vincoli opponibili e non opponibili alla procedura (locazione, comodato, assegnazione della casa coniugale)
• Attività finalizzate alla vendita del bene
• Il rilascio del bene: l’ordine di liberazione e la sua esecuzione
• Le spese per l’attività di custodia
• Il rendiconto
• La legittimazione processuale
• Le responsabilità
• Il compenso

 

 

II INCONTRO – Il professionista delegato alle operazioni di vendita

Le categorie di professionisti delegabili
• Oggetto e contenuto della delega: i poteri di controllo e direzione del giudice dell’esecuzione
• Tempi, luoghi e modalità di svolgimento delle attività delegate
• Funzioni del professionista delegato
• Attività preliminari del delegato: esame della documentazione ipocatastale e della perizia di stima; verifiche necessarie ai fini della stabilità degli effetti della vendita
• L’avviso di vendita: contenuto, notifica, pubblicità
• procedure di vendita telematica
• La vendita senza incanto (forma e contenuto delle offerte di acquisto)
• Esame delle offerte e gara tra più offerenti
• La vendita all’incanto (presupposti e modalità di svolgimento)
• La verbalizzazione delle operazioni di vendita
• L’aggiudicazione del bene ed il versamento del saldo prezzo: le novità del D.L. 83/2015
• Il decreto di trasferimento
• Adempimenti successivi alla pronuncia del decreto di trasferimento
• Formazione ed approvazione del progetto di distribuzione
• Il compenso del professionista delegato per le operazioni di vendita
• I controlli sull’attività del professionista delegato: il reclamo al giudice dell’esecuzione.