Avvocati: quanti crediti formativi occorrono

crediti formativi avvocati

Avvocati: quanti crediti formativi occorrono

La professione dell’avvocato richiede un continuo miglioramento delle competenze: il dovere di formazione è attivo per l’intera carriera ed è stato prima introdotto nel codice deontologico e poi è diventato obbligo di legge con l’articolo 11 della nuova disciplina dell’ordinamento professionale forense.

In sostanza, l’avvocato è soggetto al lifelong-learning, ovvero a un apprendimento permanente che continui ad aggiornare le conoscenze professionali. Questo a prescindere dallo svolgimento effettivo della professione: tutti gli iscritti all’albo devono comunque formarsi, seguendo le regole dell’Ordine.

Le regole in questione stabiliscono che durante l’intera vita professionale sia obbligatorio maturare 60 crediti relativi alla formazione per triennio, mediante la partecipazione a convegni e corsi accreditati dal Consiglio Nazionale Forense.

Durante i tre anni, tematiche eventi ed argomenti di formazione possono essere selezionati abbastanza liberamente seppur sia necessario rispettare alcune regole: innanzitutto ogni anno si devono raggiungere almeno 15 crediti, di cui almeno 3 devono riguardare la deontologia forense.

Sono dunque obbligatori almeno 9 crediti triennali sulla deontologia e l’etica professionale e sulle materie di ordinamento e previdenza forensi, nell’interesse dell’avvocato stesso e dei suoi assistiti, per garantire corrette prestazioni e migliore amministrazione della giustizia.

Per ottenere crediti formativi gli avvocati possono ricorrere anche alle iniziative formative elencate nell’articolo 13 del regolamento, come la pubblicazione di saggi o articoli a carattere giuridico su riviste specializzate, anche online, che diano un valido apporto all’intero Ordine con approfondimenti tecnici, scientifici e culturali.

Il regolamento forense riporta che la formazione continua può essere anche svolta mediante autoaggiornamento, ovvero con attività seminariali di studio autogestite dai partecipanti e volte alla preparazione di relazioni o materiale didattico per le attività di aggiornamento o formazione fruibili da terzi.

Infine, i crediti formativi possono essere conseguiti anche online frequentando corsi a distanza o e-learning e selezionando discipliine che consentano al professionista di rimanere sempre al passo con i provvedimenti e i cambiamenti che contraddistinguono il campo giuridico. I crediti ottenuti con questa modalità non possono superare il 40% del totale dei crediti nel triennio.

L’agenzia WKI Catania oltre ai corsi normalmente svolti in aula, propone anche i corsi online con docenti professionisti.