Avvocati: formazione continua a prescindere dall’esercizio della professione

formazione avvocati

Avvocati: formazione continua a prescindere dall’esercizio della professione

Con l’approvazione delle modifiche al regolamento numero 6 del 2014, il Consiglio nazionale forense ha di fatto istituito l’obbligo di formazione continua per ogni avvocato, a prescindere dall’esercizio della professione.

L’organo si è impegnato così a fornire chiarimenti su una materia che era rimasta oggetto di controversie nel tempo: in sintesi, gli avvocati soggetti a formazione obbligatoria saranno tutti quelli iscritti all’albo, agli elenchi e ai registri, indipendentemente che stiano esercitando o meno.
 

La disposizione si basa sul principio secondo cui coloro che sono inattivi, in base all’articolo 41 della legge professionale, avrebbero  comunque la possibilità di esercitare presso lo studio in cui svolgono la pratica, in sostituzione di un altro legale.

 
Il testo approvato dal Consiglio stabilisce inoltre tre livelli di formazione: i corsi, al fine di garantire una più equa attribuzione dei crediti, sono stati ripartiti in livello base, avanzato e specialistico. Ribadito poi il principio della libera formazione, mediante il quale l’avvocato manterrà l’autonomia di scelta sui corsi accreditati da seguire, spostandosi a sua discrezione su tutto il territorio nazionale o all’estero. Previa autorizzazione, un legale potrà anche provvedere da sé alla propria formazione,  mediante auto aggiornamento.
 

Ma sebbene la categoria degli avvocati tenuti ad aggiornarsi con costanza sia ampia, il Consiglio ha provveduto a indicare anche coloro che, per motivazioni specifiche, saranno esenti da questa prescrizione: niente obbligo di formazione continua a prescindere dall’esercizio della professione per tutti gli avvocati il cui mandato è stato sospeso; esenzione anche per chi è iscritto all’albo da oltre 25 anni, nonché per coloro che hanno compiuto sessanta anni.
 

Non saranno tenuti nemmeno i legali che ricoprono cariche legislative, i componenti del Parlamento europeo, i docenti e i ricercatori di materie giuridiche. Per il Consiglio, deroga all’obbligatorietà anche per gli avvocati in gravidanza, in permesso parto, per chi si è infortunato o è malato gravemente
L’agenzia WKI Catania offre ogni anno soluzioni e-learningcorsi d’aulamaster brevi, seminari, in linea con l’evoluzione del mercato. L’obbiettivo è quello di soddisfare le esigenze formative e di aggiornamento di professionisti e giovani laureati.